Il Comune di Genova dice no all’Osservatorio sulle discriminazioni

Dopo la grande manifestazione di sabato 26 gennaio, quando Genova è scesa in piazza al grido di città aperta, accogliente e solidale, apprendiamo con preoccupazione come il Comune, attraverso la maggioranza, prenda una posizione preoccupante su tematiche importanti come razzismo e xenofobia.

Il voto contrario del Sindaco e della sua Giunta all’attivazione di un osservatorio, sportello o servizio sugli episodi di odio e di istigazione alla discriminazione rilevati in città, proposta in Consiglio comunale nella giornata di ieri, rappresenta un ulteriore passo indietro rispetto ai diritti e ai valori di accoglienza e solidarietà.

La Camera del Lavoro di Genova ritiene che ogni iniziativa utile a sensibilizzare la cittadinanza sui temi dell’omofobia e del razzismo e sui gravi episodi di odio e di intolleranza ormai troppo diffusi, siano da sostenere promuovere ed incentivare.

Elena Bruzzese

Segretaria Camera del Lavoro di Genova