Comunicato unitario Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal Liguria

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail


Di seguito e in allegato il comunicato stampa unitario sulla mobilitazione dei dirigenti scolastici in Liguria




Comunicato unitario Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal Liguria

Nella mattinata del 25 maggio 2017 alle ore 10 si svolgerà a Genova, nei locali dell’USR per la Liguria in Via Assarotti, un’assemblea regionale dei Dirigenti Scolastici organizzata da FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal. Al termine una delegazione chiederà di essere ricevuta dal Direttore dell’Ufficio Scolastico regionale.
I Dirigenti scolastici aderiscono alla mobilitazione proclamata a livello nazionale dalle stesse Organizzazioni sindacali, facendo propri gli obiettivi e le azioni di lotta proposti.
La situazione che la categoria sta vivendo è di profondo malessere determinato sia dall’aumento delle responsabilità rispetto ai controlli sulla sicurezza e alla gestione di procedure amministrative e contabili sempre più invadenti sia da una burocrazia sempre più pressante, divenuta un continuum di “molestie burocratiche”. Le scuole hanno gli stessi adempimenti amministrativi cui sono sottoposti i ministeri, ma con uffici e articolazione ben diverse, per organizzazione, numero di addetti e professionalità.
Ad aggravare la situazione si aggiunge una carenza di organico dei direttori dei servizi generali ed amministrativi e l’impossibilità a sostituire in caso di assenza anche prolungata gli assistenti amministrativi.
I Dirigenti Scolastici hanno come obiettivo primario quello di garantire il successo formativo e il diritto all’istruzione degli alunni. Il peso delle altre incombenze finisce per aggravare e mortificare il loro compito fondamentale. Assumono responsabilità legali nelle controversie di prima istanza, ma non sempre hanno un ufficio legale a cui riferirsi. Hanno responsabilità penali riguardo alla sicurezza degli edifici, ma non hanno poteri di spesa e devono fare affidamento sugli enti locali proprietari degli edifici per la soluzione dei problemi. Devono pagare di persona le multe che l’ASL commina loro sulla base di presunte inadempienze che sfuggono totalmente dal loro controllo, dalle loro dirette responsabilità e dalle competenze non sempre richieste al profilo di appartenenza.
In Liguria molti dirigenti scolastici devono occuparsi di due istituti, la scuola di titolarità e la scuola “in reggenza”, ciascuna delle quali ospita un migliaio di alunni spesso distribuiti su numerose sedi, divenendo responsabili in toto anche di questa seconda istituzione scolastica. Questa è la conseguenza diretta del mancato avvio delle procedure per il reclutamento di nuovi dirigenti scolastici.
Il sistema di valutazione proposto dall’Amministrazione non risponde a quanto previsto nel Contratto ed evidenzia molti limiti. La stessa Amministrazione ha riconosciuto la necessità di un’ulteriore messa a punto dei meccanismi tanto da sospenderne ogni ricaduta sul piano retributivo.
A fronte delle responsabilità cui la categoria è chiamata a rispondere si riscontra un’inadeguata retribuzione, ben lontana da quella di altri dirigenti del pubblico impiego che hanno responsabilità e carichi di lavoro decisamente inferiori.
Per quanto sopraesposto e sino alla soluzione delle questioni aperte, i dirigenti manterranno lo stato di mobilitazione, astenendosi dal partecipare alle iniziative di formazione e si asterranno dal compilare la parte obbligatoria del portfolio previsto dal contestato sistema di valutazione, non parteciperanno alle conferenze di servizio convocate dall’Ufficio Scolastico Regionale.
FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal regionali invieranno una diffida al Direttore Generale, affinché non proceda alla valutazione dei dirigenti e dia invece seguito alla valutazione dello stress da lavoro correlato previsto dalla normativa sulla sicurezza e mai attuato nei confronti dei dirigenti scolastici.

Genova, 23 maggio 2017


FLC CGIL CISL SCUOLA UIL SCUOLA SNALS CONFSAL
Claudio Croci Monica F. Capra Corrado Artale Filippo Rubaudo

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (comunicato.pdf)comunicato.pdf296 Kb