I conti non tornano: manifestazione a Torino

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

#2dicembre: i conti non tornano!


Vieni anche tu a Torino per la manifestazione contro questa legge che impedisce a chi ha diritto ad andare in pensione e che inchioda i giovani alla precarietà


2 dicembre mobilitazione nazionale
Pensioni: Cgil, i conti non tornano!
Niente né per i giovani, né per chi deve andare in pensione
La Liguria alla manifestazione di Torino


“Per cambiare il sistema previdenziale, per sostenere sviluppo e occupazione, per garantire futuro ai giovani” Sono queste le parole d’ordine delle manifestazioni organizzate dalla Cgil per sabato 2 dicembre. La Liguria parteciperà insieme alle regioni del nord alla manifestazione di Torino. A concludere l’iniziativa che si terrà in contemporanea a Roma, Bari, Palermo e Cagliari, sarà il segretario generale della Cgil Susanna Camusso che, alle ore 12.30 in video con le 5 piazze italiane, prenderà la parola dal palco della Capitale.

Dalla provincia di Genova sono attese circa mille presenze per Torino dove il concentramento è previsto alle ore 9.30 a Porta Susa con successivo corteo verso piazza San Carlo.

Nonostante due anni di trattativa, con due Governi diversi, passati a cercare di tenere insieme le diverse esigenze e un accordo firmato con Cisl e Uil, il Governo non intende bloccare l'innalzamento dell'età pensionabile. Il capitolo riguarda soprattutto i giovani per i quali non è prevista alcuna costruzione di un sistema di garanzie pensionistico e che sono tenuti fuori dal mondo del lavoro da chi attualmente non può andare in pensione. E tra questi vi sono lavori usuranti come edili e infermieri. E in aggiunta niente è previsto per le donne che da sole si caricano del lavoro di cura delle loro famiglie e di quelle d’origine.

Le rivendicazioni per le quali si scenderà in piazza, quindi, sono “bloccare l’innalzamento illimitato dei requisiti per andare in pensione, garantire un lavoro dignitoso e un futuro previdenziale ai giovani, superare la disparità di genere e riconoscere il lavoro di cura, garantire una maggiore libertà di scelta ai lavoratori su quando andare in pensione” E ancora, “favorire l’accesso alla previdenza integrativa” e “garantire un’effettiva rivalutazione delle pensioni”.

E’ necessario quindi cambiare la legge di bilancio per sostenere lo sviluppo e l’occupazione, estendere gli ammortizzatori sociali, garantire a tutti il diritto alla salute e rinnovare i contratti pubblici.

Per informazioni sui temi della manifestazione e sulla partecipazione alla manifestazione di Torino www.liguria.cgil.it

Cgil Genova

Pagina in costruzione.


Per info 010/60281

Per info e prenotazioni posti per i pullman per Torino da CGIL della Spezia, telefono 0187.547111


In allegato i materiali