Elettricità: dal 1 luglio si potrà risparmiare utilizzando i grandi elettrodomestici nelle ore a basso costo

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Dal 1 luglio inizia il percorso a tappe per l’applicazione a tutte le famiglie della fatturazione dell’elettricità con due prezzi diversi.
Rispetto al prezzo attuale uniforme in tutte le ore ed i giorni si passerà a due prezzi, di cui il primo, leggermente più alto del prezzo attuale, per i consumi dalle 8:00 alle 19:00 dei giorni feriali, mentre, viceversa, il prezzo sarà leggermente più basso dell’attuale in tutte le restanti ore dei giorni feriali e interamente nei sabati, nelle domeniche e nei giorni festivi.
Si inizia dal 1 luglio con i 4,5 milioni di famiglie che hanno già ricevuto la comunicazione nelle ultime 3 bollette, il cui contatore misura i consumi ripartiti in base alle suddette fasce orarie.
Nel mese di luglio ed agosto, siccome consumo è concentrato soprattutto nella fascia oraria con prezzo più basso, le famiglie interessate potranno già fruire di una riduzione, seppur live, della spesa in bolletta.
La Federconsumatori valuta positivamente le iniziative disposte dall’Autorità, su richieste richiesta avanzate dalla nostra Associazione, di contenere la differenza tra le due fasce di prezzo, in modo da evitare significativi aumenti per pensionati, casalinghe, ecc. che hanno consumi abituali nelle fasce diurne a con prezzo maggiore.
Dall’altra ci rammarichiamo che il ritardo nell’adeguamento dei contatori elettronici obbliga la maggior parte degli utenti ad aspettare ad aspettare diversi mesi prima di essere raggiunti da questa importante novità.
La Federconsumatori confida in un assiduo controllo dell’Autorità affinché vengano rimossi eventuali ostacoli, per accelerare il processo e coinvolgere presto tutte le famiglie italiane.


25 giugno 2010