Congedo biennale per assistenza genitori handicap grave

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

CONGEDO BIENNALE RETRIBUITO PER ASSISTENZA AI GENITORI CONVIVENTI IN SITUAZIONE DI HANDICAP GRAVE
(art.42 comma 5 Dlgs 151/2000)

Con le dovute considerazioni in ordine ai requisiti necessari di convivenza ed assistenza, i lavoratori dipendenti aventi diritto al congedo biennale art. 42 comma 5 Dlgs 151/2001 sono, ad oggi, i seguenti:

• GENITORI di portatore di handicap grave
• FRATELLI CONVIVENTI di orfano portatore di handicap grave
• FRATELLI CONVIVENTI qualora i genitori siano impossibilitati a provvedere all'assistenza del figlio disabile perché totalmente inabili
• CONIUGE CONVIVENTE di portatore di handicap grave
• FIGLI CONVIVENTI in assenza di altri soggetti idonei a prendersi cura della persona in condizione di handicap grave.

In relazione al periodo di congedo retribuito è opportuno ricordare:
1. Il disabile assistito non deve essere ricoverato a tempo pieno presso Ospedale o istituto specializzato
2. Il disabile assistito non deve prestare attività lavorativa
3. L’indennità non compete al lavoratore che presta assistenza nei periodi in cui non è prevista l’attività lavorativa (come nel caso dei periodi non retribuiti di part-time verticale o nei periodi di CIG)
4. I periodi assicurativi INPS sono coperti da contribuzione figurativa
5. I periodi non sono valutabili per i trattamenti di fine rapporto (TFR)
6. Non si maturano le ferie , salvo quanto regolamentato nel contratto collettivo di lavoro della propria categoria
7. In relazione alla possibilità di usufruire del diritto quale figlio disabile grave che presta assistenza a genitore disabile grave , possiamo far riferimento a alla circolare INPS n. 53/2008 punto 6 che ha modificato il precedente orientamento negativo.
8. I lavoratori a domicilio e gli addetti ai servizi domestici (LD) non hanno diritto ad usufruire del congedo retribuito

L’INPS ha emanato la circolare applicativa con le nuove disposizioni il 16 maggio 2009(circ. 41-“Estensione del diritto al congedo di cui all’ art. 42, comma 5, D.Lgs. 151/2001 al figlio convivente con la persona in situazione di disabilità grave”). Per ulteriori informazioni contattare l’ufficio politiche della disabilità presso la CGIL di Genova – via S.G. d’Acri 6, tel 0106028471.



FILT CGIL LIGURIA
SEGRETERIA REGIONALE

Genova, 23 giugno 2009