La Red Century alla Scala di Milano

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Il primo ottobre 2006 la Red Century  è stata protagonista insieme alla musica,  sul palco del Teatro alla Scala di Milano in occasione del Concerto del Maestro Riccardo Chailly con l’orchestra Filarmonica della Scala, nell’evento clou di celebrazione del Centenario della Cgil.
Ecco cosa ha dichiarato il maestro Riccardo Chailly a Rassegna Sindacale: “Il programma della serata l’abbiamo inserito in cartellone dopo averlo deciso assieme alla CGIL, con l’idea di puntare su una tripla presenza di capolavori del Novecento. Difatti apre il concerto un primo Stravinskij con lo Scherzo fantastico, del 1907, quando il compositore ancora ragazzo era appena uscito dalla scuola del suo grande maestro, Rimskij-Korsakoff. Segue la pagina forse più popolare in Italia di musica sinfonica, I pini di Roma di Respighi, un altro allievo di Rimskij-Korsakoff, ma questa volta il brano, del 1924, appartiene al pieno della maturità del musicista. Nella seconda parte eseguiamo il balletto completo di Stravinskij, L’uccello di fuoco, nella prima stesura del 1910, che ancora risente dell’influenza tardo romantica della scuola di Rimskij-Korsakoff. Un’edizione eseguita molto di rado, ma di straordinaria bellezza e difficoltà, che anticipa il linguaggio dell’avanguardia di quegli anni, ad esempio quello de “Il mandarino miracoloso” di Béla Bartòk composto otto anni dopo, e che dunque apre uno squarcio nuovo sulla musica del Novecento”.