Rinnovato il CCNL per il settore autonoleggio

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

E' stato firmato il giorno 18 dicembre 2010 con l'Aniasa l'accordo per il  rinnovo del  CCNL dell'autonoleggio. Di seguito trasmettiamo il testo di un comunicato unitario e in allegato vi inviamo (All203NOL1) il verbale di accordo.  

COMUNICATO AI LAVORATORI

Nella prima mattinata di sabato 18 dicembre dopo una lunga notte è stato siglato, unitariamente per le OO.SS, il rinnovo del ccnl del settore autonoleggio con l’ ANIASA.
L’aumento tabellare al parametro C2 è di euro 100, divisi in tre tranches, di cui la prima di importo pari a 35,00 da erogare dal 1  gennaio 2011, 45,00 dal 1 maggio 2011 e 20,00 euro il 1 gennaio 2012.
A questo si aggiungono 14 euro di polizza sanitaria e 2 euro destinati all’ente bilaterale al mese per ciascun dipendente, a partire da Gennaio 2011
Viene riconosciuta un una tantum di 750 euro che verrà erogata in due “tranches” di 375,00 euro nei mesi di gennaio e marzo 2011.
Sono state poi rivisitate alcune indennità: maneggio denaro, lavoro domenicale e trasporto, è stata inoltre portata al 100% la retribuzione per il periodo di maternità obbligatorio.
E’ stato introdotto l’elemento di garanzia retributiva in caso di mancato accordo di secondo livello di 250 euro lordi, al fine di incentivare la contrattazione di secondo livello che dovrà essere attivata a decorrere dal 1.1.2011.
Tra le altre questioni dal punto di vista normativo sono state estese le 150 ore anche agli studenti universitari in corso e stabilita una quota fissa di part-time che dovrà essere obbligatoriamente concesso dalle aziende alle lavoratrici che ne faranno espressa richiesta fino al compimento del terzo anno di età del bambino, fuori da questa percentuale le aziende dovranno comunque motivare il diniego.
La stagionalità, in un settore che ne faceva già largo uso, è stata limitata al periodo che va dalla prima settimana di Pasqua a fine ottobre, garantendo l’assunzione della lavoratrice/ore per tutto il periodo in questione con la possibilità in questo modo di poter accedere al sussidio di disoccupazione. E’ stato inoltre disciplinato il diritto di precedenza per le assunzioni sia a termine che a tempo indeterminato.
Per il part time è stata inserita la possibilità dell’assistenza delle RSA/RSU in caso di variazione delle clausole elastiche.
In caso di cessione di ramo d’azienda è stata introdotta una norma di garanzia sia per i livelli occupazionali che per l’applicazione contrattuale.

A fronte di questo risultato, avvenuto in un momento storico e politico non semplice per il mondo del lavoro, le OO.SS. denunciano l’atteggiamento provocatorio e non collaborativo dell’altra associazione datoriale seduta al tavolo, l’ANAV, che rimanendo ferma sulle sue posizione ha fatto si che non si giungesse ad un accordo  per la parte del noleggio autobus: proporre con insistenza e senza nessuna voglia di cercare una mediazione l’aumento del carico di lavoro degli autisti a fronte di una netta diminuzione della retribuzione, tentando anche di eliminare alcuni diritti quali il riposo compensativo non potevano che portare ad un mancato accordo.
Le OO.SS si fanno carico di questa situazione e provvederanno nei prossimi giorni a mettere in campo tutte le azione necessarie per sanare questa situazione.



Le Segreterie Nazionali