AMT: NESSUNA DISCRIMINAZIONE TRA LAVORATORI

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

 

COMUNICATO STAMPA


TRATTATIVA AMT: NESSUNA DISCRIMINAZIONE TRA LAVORATORI


Genova, 30 agosto 2012. In merito alle notizie giornalistiche di oggi, relative alla trattativa A.M.T, la FILCAMS CGIL di Genova esprime la propria preoccupazione per le possibili ricadute dello stato di crisi sui lavoratori dell’appalto A.M.T dipendenti di SERVIZI E SISTEMI.

I lavoratori di Servizi e Sistemi, che da anni svolgono attività essenziali per garantire il servizio dei bus cittadini, rischiano di perdere il posto di lavoro.

A.M.T, il Comune di Genova e le organizzazioni sindacali sedute al tavolo delle trattative non possono salvare l’azienda del trasporto pubblico sacrificando i dipendenti dell’appalto che non sono lavoratori di serie B e che devono essere considerati al pari dei dipendenti diretti della stessa AMT.

Crediamo che in questa situazione si debba salvare la dignità di tutto il lavoro, quello dei lavoratori di AMT e quello dei lavoratori di Servizi e Sistemi che insieme hanno garantito, garantiscono e garantiranno il servizio cittadino del trasposto pubblico.

Per questo motivo chiediamo di assicurare risorse fondamentali per AMT e per il servizio cittadino, salvaguardando i livelli occupazionali e reddituali dei lavoratori tutti.

La FILCAMS CGIL, seguirà attentamente lo sviluppo della trattativa nel rispetto delle rispettive autonomie e in difesa dei diritti dei lavoratori dipendenti di Servizi e Sistemi  deciderà le opportune iniziative di lotta sindacale.

La Segreteria FILCAMS CGIL di Genova