Tempo libero, Cral e territorio

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

La FITeL, Federazione Italiana Tempo Libero, promossa dalla Cgil insieme alla Cisl ed alla Uil, ha programmato, dal 13 al 15 maggio p.v. a Bardonecchia, la 1^ ASSEMBLEA NAZIONALE DEI CRAL.

E’ un evento, questo, che si svolge in un momento di grave crisi economica e di difficili rapporti unitari; acquisisce, quindi, un valore particolare affrontare un tema di grande importanza come quello del tempo di non lavoro, del welfare aziendale e della capacità dei Cral di realizzare importanti quote di salario differito con una posizione unitaria.

Ci sembra utile richiamare l’attenzione di tutte le strutture della Cgil su questa iniziativa, perché riteniamo importante valorizzare i temi connessi al tempo di non lavoro e l’attività dei Cral, così come indicato nel documento “Linee guida per la contrattazione sociale“ a base della seconda Assemblea delle Camere del Lavoro svoltasi a Chianciano lo scorso 12-13 gennaio.

In un Paese dove il tempo di lavoro va trasformandosi, dove assistiamo ad un invecchiamento della popolazione, dove la crisi economica è lontana dall’essere superata riteniamo che per migliorare il livello e la qualità della vita, per il bene comune e

per la crescita civile della comunità, è indispensabile valorizzare l’attività dei CRAL, organismi aziendali, interaziendali e territoriali, che rappresentano un’importante occasione per diffondere la cultura dell’integrazione, della socialità, della solidarietà e dell’inclusione, della partecipazione rispetto a quella dell’individualismo e dell’esclusione.

I Cral se sostenuti ed inseriti, oltre che nella contrattazione nazionale, nella contrattazione territoriale, possono contribuire alla qualità sociale, perché il tempo libero è e sarà sempre di più un fattore cruciale del welfare di un paese.

In questa prospettiva è utile che la Cgil, pur tenendo conto delle priorità a cui è chiamata a rispondere, contribuisca a promuovere ed accreditare l’attività dei Cral aziendali e territoriali anche nell'ambito della contrattazione sociale territoriale e dia il proprio contributo al pieno successo della 1^ Assemblea Nazionale dei Cral.

A questo fine vi invitiamo a sostenere l’attività della FITeL per la preparazione e la pubblicizzazione dell’evento.

 

Luigi Pallotta Presidente FITEL

Enrico Panini Segreteria Nazionale CGIL Responsabile d’Organizzazione

 

I Cral aziendali, nuovo volto del welfare - di Roberto Cunial Cgil FITeL Genova e Liguria. Genova, 19 maggio 2011