Il patrimonio culturale della Camera del Lavoro Metropolitana di Genova

326
image_pdfimage_print

Lo studio del patrimonio documentale fornisce da sempre elementi utili per conoscere, analizzare e comprendere passato e presente del nostro Paese. L’analisi delle fonti primarie contribuisce a comprendere la storia e a coltivare la memoria del mondo del lavoro e rappresenta uno degli strumenti per capire gli accadimenti dell’oggi e per contribuire alla formazione di cittadini sempre più consapevoli.
Il movimento dei lavoratori ha accompagnato nel tempo rivendicazioni e conquiste di carattere sindacale e politico a un processo di alfabetizzazione e di formazione permanente, ed è in quest’ottica che la Camera del Lavoro Metropolitana di Genova ha messo al centro delle sue iniziative la conservazione e valorizzazione del proprio patrimonio documentale, iconografico ed artistico. L’obiettivo è quello della promozione all’interno e all’esterno del sindacato del materiale di interesse relativo all’aspetto storico dell’attività sindacale e lo scambio culturale tra mondo sindacale, scolastico, istituzionale, universitario.
In quest’ottica si colloca la nuova sezione del Portale Cgil che descrive il patrimonio culturale della Camera del Lavoro. Non solo il complesso di documentazione che costituisce l’archivio storico del sindacato, dunque, ma la complessità di forme di rappresentazione del lavoro e dei suoi artefici che ritroviamo nelle fotografie, nei manifesti, nella biblioteca e nella ricca collezione di opere artistiche ospitata dalla Casa del Sindacato.
La costituzione nel 2020 del Fondo complementare alla documentazione conservata presso l’Archivio storico del Comune di Genova e l’istituzione del portale di accesso alle risorse culturali nel 2021 rappresentano quindi la naturale prosecuzione dell’impegno che la Camera del Lavoro di Genova ha profuso in questi anni. Nell’ottica di continuazione e integrazione del grande patrimonio documentale del mondo del lavoro nella nostra città, l’auspicio è che l’Archivio storico sia implementato da ulteriori materiali e che altre categorie sindacali ne seguano l’esempio.

Igor Magni Segretario Generale Camera del Lavoro Metropolitana di Genova


L’ordinamento e la valorizzazione delle carte della Camera del Lavoro sono stati possibili grazie al contributo del Ministero della Cultura, Direzione Generale Archivi – Servizio II – Patrimonio archivistico a progetti per interventi su archivi dei movimenti politici e degli organismi di rappresentanza dei lavoratori per l’anno 2021 (Decreto Direttoriale 16 marzo 2021 n. 110, delibera n. 371 del 15 giugno) e per l’anno 2022 (Decreto Direttoriale 20 gennaio 2022 n. 32, delibera n. 408 del 28 aprile).